milanosharingcity

  

iter sharing economy

 

Il Comune di Milano e i suoi cittadini hanno lavorato insieme alle linee guida per far trasformare Milano in una vera e propria “Sharing Cities”. Il confronto ha aiutato a definire meglio il ruolo che il Comune può ricoprire in un contesto in continua evoluzione, in quanto è importante permettere a chi innova di sperimentare strumenti e soluzioni innovative. Il Comune di Milano si impegna a:

 

ruolo amministrazione

 

Una “sharing city” ha:

  • una dimensione economica: beni che ampliano e valicano la loro naturale funzione di oggetti per divenire “servizi” in un mutato ed evoluto concetto di business, passaggio dal possesso all’accesso, potenziali risparmi e maggiori introiti derivanti da un utilizzo più efficiente di risorse sotto utilizzate;
  • una dimensione ambientale: riduzione dei consumi e sprechi, consumi più consapevoli, promozione di comportamenti sostenibili.

Il valor aggiunto percepito di queste pratiche deriva dagli impatti positivi che possono avere sulla società. Per i milanesi, condividere beni e servizi sembra avere ancor più senso nella misura in cui si generano nuove reti e relazioni, fiducia, legami di comunità e senso di appartenenza.

 

Visita il sito www.milano.sharingcities.it

 

Per consultare i documenti amministrativi:

Delibera Sharing Economy

Documento Milano Sharing City (versione sottoposta consultazione)

Documento Milano Sharing City (versione approvata dalla giunta) 

Milano Sharing City English version

Esiti della consultazione pubblica