Sei esperti affiancheranno l’Amministrazione nello sviluppo della manifattura 4.0 in città

piano nazionale manifattura 4v0.jpg

 

Compito del comitato sarà di indicare trend di sviluppo del settore della Manifattura 4.0, individuare azioni da sviluppare nel contesto milanese tenendo conto delle vocazioni e del sistema produttivo cittadino e metropolitano nonché supportare il Comune nella realizzazione di attività di rete con i principali stakeholder locali, nazionali e internazionali.

 

Milano, 12 luglio 2017 – Sono stati resi noti, questa mattina, i nominativi dei sei esperti (4 uomini e 2 donne) che affiancheranno l’Amministrazione nell’ambizioso progetto di rendere Milano un laboratorio creativo manifatturiero, volto alla crescita e allo sviluppo di imprese e start-up attive nel campo della Manifattura digitale e del nuovo artigianato 4.0.

 

A comporre  il comitato tecnico scientifico (Advisory board), oltre a un  Dirigente della Direzione Economia urbana e Lavoro saranno Stefano Micelli, docente universitario che da oltre dieci anni si occupa di trasformazioni del sistema industriale italiano e studia il design e la creatività quali fattori su cui ripensare il vantaggio competitivo degli artigiani,  delle piccole e medie imprese italiane. Marco Taisch, professore ordinario del Politecnico di Milano, si occupa di temi relativi alla progettazione e gestione dei sistemi manifatturieri e fa parte di board internazionali sul tema dell’industria 4.0. Stefano Maffei, professore associato presso il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano, è responsabile scientifico di Polifactory e direttore del Master in Service design. Marianna D’Ovidio, sociologa e ricercatrice presso l’università Milano Bicocca, si interessa di cultura, innovazione sociale e creatività studiandone i legami con lo sviluppo locale, in particolare nelle città. Andrea Fumagalli, professore di economia politica presso l’Università di Pavia e l’Università di Bologna,  le sue ricerche vertono sui temi della precarietà del lavoro, sul reddito di base e sulle trasformazioni del capitalismo contemporaneo. Cecilia Manzo, docente in Sociologia economica presso l’Università degli studi di Firenze, nei  suoi studi si occupa principalmente di innovazione, economia collaborativa, sviluppo locale e di valutazione delle politiche pubbliche.

 

Compito del comitato sarà di indicare trend di sviluppo del settore della Manifattura 4.0, individuare azioni da sviluppare nel contesto milanese tenendo conto delle vocazioni e del sistema produttivo cittadino e metropolitano nonché supportare il Comune nella realizzazione di attività di rete con i principali stakeholder locali, nazionali e internazionali.

 

Ciascun membro del comitato rimarrà in carica per due anni prorogabili di altri due. La partecipazione all’Advisory board viene svolta totalmente a  titolo gratuito dai membri e non prevede alcun compenso o rimborso spese.

 

 

Collegamenti esterni