Scale, nasce a Milano il primo network europeo per startup

scale startup alliance 533.jpg

Tajani: "Un progetto che permette alle giovani aziende di allargare i propri orizzonti di crescita, confrontandosi con i mercati più attivi e sensibili alle innovazioni e alle nuove forme della creatività".

Milano, 30 novembre 2017 – Agevolare la nascita di startup orientate ad attività  d’impresa nei mercati europei, favorire la connessione tra i nuovi progetti d’impresa e le grandi corporate oltre a costituire il primo network tra grandi città europee espressamente rivolto al mondo dell’innovazione.

Questo l’obiettivo di Scale, Startup City Alliance Europe. I contenuti del progetto e il portale internet dedicato sono stati presentati questa mattina all’Urban Center di Milano dall'assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio Cristina Tajani con la Camera di Commercio e Assolombarda, insieme ad altri operatori del settore.

“Grazie all’adesione di Milano a questo progetto permettiamo alle giovani  aziende di allargare i propri orizzonti di crescita, confrontandosi con i mercati più attivi e sensibili alle innovazioni e alle nuove forme della creatività – commenta l’assessore alle Politiche per il lavoro e Attività produttive Cristina Tajani -. In un’economia sempre più globalizzata è necessario che le aziende siano in grado, attraverso idee e prodotti, di superare i confini territoriali. Iniziative come questa proseguono e allargano il percorso già portato avanti dall’Amministrazione per favorire la nascita e lo sviluppo di nuove idee imprenditoriali che riescano, nei diversi ambiti, ad affermare il made in  Italy”.

Il programma Scale connette oltre venti città europee tra cui Milano, Amsterdam, Barcellona, Berlino, Londra, Madrid e Roma, con l’intento di agevolare la reperibilità d’informazioni per chi vuole fare impresa in Europa, passando da una dimensione locale ad una internazionale. A supportare i giovani imprenditori nell’espansione della loro attività all’estero, oltre alle singole municipalità anche le agenzie per lo sviluppo economico. Un progetto che favorisce la cooperazione tra le varie città e che intende sviluppare un approccio imprenditoriale condiviso, volto a cogliere le opportunità offerte dal mercato unico europeo. Grazie a questa cooperazione tra le varie amministrazioni, i giovani imprenditori potranno partecipare a veri e propri “bootcamps” di due-tre giorni allo scopo di creare una prima rete di contatti utili con i vari interlocutori locali: dalle camere di commercio, alle associazioni di categoria sino agli investitori privati e al sistema di incubatori e coworking presenti in ogni singola città. Tutto questo è anche a portata di  mouse grazie al portale www.startupcityalliance.eu dove gli imprenditori e le giovani startup possono trovare tutte le informazioni per agevolare il loro sbarco nei paesi e nei mercati di riferimento.

La presentazione del progetto Scale è stata anche l’occasione per introdurre, insieme al Consolato olandese a Milano, le sette startup milanesi, selezionate dal Comune di Milano attraverso bando pubblico, che parteciperanno al primo “bootcamp” che si volgerà ad Amsterdam dal 12 al 14 dicembre. Le aziende potranno quindi contare sul sostegno di entrambe le strutture locali per l’organizzazione degli incontri con investitori, stakeholder ed eventuali clienti ma anche per conoscere la comunità imprenditoriale olandese nel suo insieme, oltre alla possibilità di venire in contatto con makerspaces e la rete di incubatori in sintonia con le  caratteristiche proprie e di mercato delle imprese selezionate al fine di individuare possibili azioni di marketing e relazioni pubbliche.

Milano e Amsterdam sono capitali economiche e finanziarie che ospitano comunità internazionali e che, grazie alle Amministrazioni locali, trovano un punto di raccordo e confronto necessario a favorire lo sviluppo economico e sociale delle due metropoli e dei giovani imprenditori.

 

Collegamenti Esterni